Lo abbiamo visto nei film e a volte anche la cronaca, sebbene molto raramente per fortuna, ci racconta di errori giudiziari, di persone innocenti che scontano una ingiusta condanna e alcuni, per assurdo, subiscono anche la pena di morte.

Per non parlare di quei poverini che anni addietro passavano la vita nei manicomi senza essere pazzi; luoghi oscuri ormai chiusi, a torto o a ragione.

Un errore clamoroso

Ma ancora oggi può capitare, ed è capitato.

A raccontarlo lo stesso protagonista Joshua Spriesterbach, un senzatetto che a Honolulu è stato arrestato per uno scambio di persona; la Polizia pensava fosse un ricercato, tal Thomas Castleberry, che aveva violato la libertà vigilata in un caso di droga del 2006, e per questo era destinatario di un mandato di arresto.

Fatto sta che Joshua si è fatto ben 3 anni di Ospedale Psichiatrico, finendo anche sotto psicofarmaci, accusato di un crimine mai commesso, e quando alla fine per fortuna si sono resi conto dell’errore, lo hanno rilasciato cercando di far passare la cosa sotto silenzio.

La gente deve sapere

Purtroppo per loro del caso si è occupata l’Hawaii Innocence Project, un’associazione no profit che si occupa di errori giudiziari, che si è rivolta alla magistratura presentando una denuncia e dei documenti che fanno rabbrividire:

Più Spriesterbach diceva di essere innocente, e di non chiamarsi Thomas Castleberry, più veniva dichiarato psicotico dai medici. È incomprensibile come, nonostante l’uomo ripetesse di essere innocente, dimostrandosi anche collaborativo, nessuno gli abbia creduto, o abbia compiuto qualche passaggio in più per accertarsi che l’uomo stesse dicendo la verità.

Spriestersbach ha passato due anni e otto mesi in un ospedale psichiatrico, non era così difficile accorgersi del fatto che il vero Castleberry era stato arrestato in Alaska nel 2016.

La verità

Alla fine è stato uno degli psichiatri a scoprire l’errore, facendo alcune ricerche e telefonate e alla fine chiedendo una semplice verifica di fotografie e impronte digitali. Come accennato, una volta scoperto l’errore, la Polizia ha rilasciato Joshua in sordina.

È così facile cadere vittime di un errore giudiziario? Questa storia fa paura.

Di Nunzia

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.