Ogni Paese ha almeno un edificio che si narra sia infestato, alcuni ne hanno molteplici, soprattutto quelle nazioni ricche di storia, come l’Inghilterra; non è da meno la caliente Spagna, terra di conquistadores e di Castelli, che per antonomasia sono i luoghi più infestati del mondo.

Che siano solo leggende e storie inventate per attirare curiosi, o che sia realtà, proviamo a fare un viaggio virtuale nei castelli che si dice siano i più infestati della Spagna.

L’amore eterno del Castello di Pedraza (Segovia)

Si narra che il signore del castello, Sancho De Ridaura, vissuto probabilmente nella seconda metà del 1100, abbia sposato Elvira che però era innamorata di Roberto, un contadino. Egli a causa di questo amore strappato si rinchiuse in convento.

Caso volle che giungesse come cappellano proprio al castello nel momento in cui Sancho era in guerra, e la passione tra Elvira e Roberto scoppiasse di nuovo. Ovviamente al suo ritorno il castellano fu informato e uccise i due amanti, che si sentono chiamarsi nella notte ancora oggi tra le mura del castello.

La stanza chiusa del Castello di Cardona (Barcellona)

Costruito nell’886 oggi vede una sua parte trasformata in Hotel, e una stanza, la 712, è chiusa al pubblico per una serie di eventi paranormali che vi si sono visti. Mobili raggruppati al centro della camera, rumori e voci , apparizioni; però i più temerari possono chiedere di soggiornarvi se ne hanno il coraggio.

La leggenda riguarda la giovane cristiana Adalès che il padre rinchiuse in una delle torri per allontanarla dal giovane musulmano di cui era innamorata; da allora la sua anima triste vaga nei dintorni.

La Badessa e il Conte di Loarre (Huesca)

Non una ma ben due leggende riguardano questo magnifico esempio di arte romanica a metà tra un castello difensivo e un’abbazia, risalente all’XI secolo. La prima riguarda il conte Don Julián che, avendo permesso l’ingresso degli arabi nella città, si ritirò tra le mura assieme a sua figlia. Una volta raggiunto venne ucciso come traditore e seppellito all’ingresso della chiesa affinché tutti lo calpestassero; sua figlia invece si suicidò. Il fantasma del conte, pentito, vaga senza pace nell’edificio.

La seconda leggenda risale a centinaia di anni dopo quando il Papa dell’epoca, Benedetto XIII, che appoggiava il sovrano eletto Fernando de Antequera, venne a sapere che sua nipote Violante de Luna, badessa del convento di Trasobares, intratteneva una relazione con un dissidente. Il convento fu fatto bruciare e Violante si rifugiò nella fortezza di Loarre, dove una volta catturata fu imprigionata per sempre. Da allora la notte di San Juan, tra il 23 e il 24 giugno, si vede il suo fantasma affacciato ad una finestra mentre aspetta il suo amante che viene a liberarla.

La moglie rifiutata al castello di Sigüenza (Guadalajara)

Infine la vittima di un omicidio, donna Blanca de Borbón, rifiutata dal marito il re Pedro I il Crudele e da lui fatta qui imprigionare per 4 anni e poi assassinata, si sente aggirarsi tra le mura del castello con rumori di catene e lamenti.

Questi sono solo alcuni dei castelli più infestati di Spagna, ma ce ne sono molti altri in tutto il Paese.

Di Nunzia

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.