Il mondo animale non smette mai di stupirci e la natura ci regala mille cose fantastiche; da essa infatti prendiamo praticamente tutto ciò di cui abbiamo bisogno per il nostro sostentamento, e non solo.

Gli aiuti della natura

Sappiamo infatti che spesso attingiamo da essa anche per creare oggetti di vita quotidiana o rimedi utili a prenderci cura della nostra bellezza, anche dagli animali. Chi non ha mai sentito parlare del grasso di balena ad esempio, utilizzato un tempo per l’illuminazione, ed entrato poi nella cosmesi come ingrediente; e anche se la caccia selvaggia alle balene è stata oggetto di restrizioni, per fortuna, ancora oggi questo povero animale (come molti altri) viene utilizzato per il nostro benessere, in modi spesso discutibili.

Ma c’è una sostanza che proviene dalle balene e che forse non tutti conoscono, che viene utilizzata per un oggetto di uso comune, ovvero il profumo.

Ma di che sostanza parliamo? E se vi dicessimo che si tratta del vomito della balena?

Il vomito ricercato

In realtà è la nota ambra grigia, sostanza prodotta dall’apparato digerente del capodoglio, una incrostazione che si accumula nel suo intestino e che deriva dalla sua alimentazione. I molluschi di cui si nutre hanno delle parti indigeste e il capodoglio secerne questa secrezione che avvolge gli scarti e si indurisce, per venire poi espulsa. Seccata al sole diventa di una intensa profumazione ed ha la proprietà di fissare gli odori, per questo è utilizzata nell’industria dei profumi.

E chi la trova è fortunatissimo, dato che il suo valore può arrivare anche a 50mila dollari al chilo!

E ci sono alcuni fortunati. Ad esempio alcuni mesi fa in Thailandia Naris Suwannasang, un pescatore sessantenne è diventato ricco dopo aver trovato la preziosa sostanza su una spiaggia vicino casa sua, a Nakhon Si Thammarat, nel sud del Paese, immediatamente dichiarata alla Polizia. Al momento pare gli abbiano offerto circa 26mila euro al chilo.

Non è andata male nemmeno ad un gruppo di pescatori yemeniti che ne hanno trovati ben 176 kg nella carcassa di un capodoglio, per un valore totale di 1,5 milioni di dollari!

Non male per una sostanza di scarto disgustosa come il vomito.

Di Nunzia

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.