C’è chi le porta corte, chi squadrate, rotonde, a punta; chi non se ne occupa affatto e chi fa un dramma  se ne scheggia una. Di cosa parliamo? Delle unghie, che a seconda  dalla moda del momento abbiamo visto in tutte le fogge e in tanti colori. Ma sapete che alcune sono entrate persino nel Guinness dei Primati?

The winner is…

Fino a qualche anno fa il record era detenuto da una donna originaria di Las Vegas, Chris Walton, soprannominata  “The Dutchess“, di professione cantante. “Non ho mai avuto l’ambizione di stabilire un record ma sono felice di essere entrata nel Guinness dei primati” aveva dichiarato, sfoggiando artigli lunghi nel loro massimo “splendore” fino a 7 metri totali. Non le aveva tagliate per circa 20 anni, finché ha deciso di cedere il titolo ad un’altra donna che ne ha preso il posto, Ayanna Williams.

Ayanna è di Houston, e le sue  unghie sono state  lunghe circa 5 metri complessivi ed è entrata nel Guinnes nel 2018. Per la sua manicure ci volevano circa 20 ore e 2-3 boccette di smalto. Ma evidentemente  per lei non era un problema, anzi. Durante un’intervista ha ammesso, a chi le ha chiesto come facesse a letto con il partner:

Nessun problema, posso toccare diversi punti contemporaneamente. Gli uomini adorano che faccia i grattini con queste unghie.

Naturalmente la gente rimane scioccata quando vede le mie unghie, ma sono una parte di me, come se fossero un altro arto sul corpo.

E ha assicurato: “Mi piacciono, non mi vedo diversa dagli altri”. Il motivo che l’ha spinta ad entrare nel libro dei record, ha aggiunto, è “per far sapere ai figli che tutti i sogni che vogliono realizzare nella propria vita possono essere realizzati. Ci vuole coraggio, disciplina e pazienza, ma tutto può essere realizzato”.

Alla fine però deve essersi stancata, poiché proprio pochi mesi fa ha deciso di tagliarle, e per farlo hanno utilizzato una sorta di seghetto! Ora per ammirare (si fa per dire) le sue unghie potremo andare al Ripley’s, un Museo di Orlando, in Florida.

E non è finita

Non vi basta? Rilanciamo con Arinda Storm Weaver, che delle sue unghie lunghe ne ha fatto un business facendo pagare foto e clip video agli appassionati. Perché? Semplicemente perché lei ha deciso di far crescere  quelle dei piedi, e non se ne vedono molte in giro. Per fortuna.

 

Di Nunzia

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.