Che bello quando si poteva girare il mondo in tutta tranquillità, avendo il tempo e le risorse, certo. Valigia, passaporto e via, verso destinazioni sconosciute alla scoperta di posti nuovi e nuove culture.

Le cose oggi sono un po’ diverse ma in memoria dei vecchi tempi, e in previsione di tempi migliori, facciamo un giro in Giappone con un pernottamento di un euro in una camera d’albergo.

Pernottamenti in streaming

Sembra incredibile ma è così, da qualche anno in Giappone è possibile prenotare una camera in un albergo, l’Ahashi Ryokan, sito nel Quartiere Chuo di Fukuoka, nell’isola meridionale di Kyushu, per pochi spicci, meno del prezzo di un caffè.

Solo 80 centesimi per pernottare nel caratteristico hotel dalle camere spartane, senza mobili, con porte scorrevoli e tatami in terra, e il classico futon per dormire, ossia il materassino usato come giaciglio.

Come mai un simile prezzo? Il proprietario Tetsuya Inoue ha pensato a come rendere particolare un luogo così classico, e si è inventato il pernottamento in streaming!

In pratica chi alloggia in quelle camere sarà ripreso h24 da una telecamera, e trasmesso in streaming su YouTube.

Il regolamento

Se a qualcuno potrà sembrare strana una simile soluzione, e dovesse avere delle remore, niente paura, ci sono delle possibilità di non venire ripresi.

Ad esempio la notte si possono spegnere le luci, e le telecamere non hanno i raggi infrarossi quindi niente paura; tra l’altro nemmeno l’audio viene riprodotto ma solo le immagini, anche se comunque sono vietati atti osceni, per ovvi motivi.

Per gli stessi motivi bisogna fare attenzione a non far riprendere dalla telecamera informazioni personali come documenti e simili.

Anche il bagno è off limits per le riprese, quindi un minimo di privacy esiste. Ma allora, come si spiega che esistano persone interessate alle riprese che alla fine non mostrano nulla di che? Mistero.

Di Nunzia

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.